Biblioteca Sociale Lib(e)ri

Dragon Trainer

Dragon Trainer

Sabato 5 Maggio 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Domani Super Film in #BibliotecaSociale!
Ci vediamo alle 16.00 con Dragon Trainer <3

#Looking4 #Partecipa

Trama:
Sull'isola di Berk, l'occupazione principale di ogni vichingo è dimostrare il suo valore in qualità di uccisore di draghi, che periodicamente rubano il bestiame. Il giovane Hiccup, figlio del capo Stoick, è troppo piccolo e gracile per combattere i draghi, così inventa dispositivi meccanici sotto il suo apprendistato con Skaracchio il fabbro.
Ma durante un attacco, Hiccup riesce ad abbattere la Furia Buia, il drago più pericoloso e raro. Una volta trovato, lo libera, ma nota la sua incapacità di volare per via della coda ferita a causa della trappola creata dal ragazzo.
Le visite di Hiccup nella foresta sono sempre più frequenti e pian pian riesce a conquistare la fiducia del drago, che chiama 'Sdentato' per via dei suoi denti retrattili, che dimostra una grande intelligenza, curiosità e capacità di apprendimento. Tuttavia, un drago incapace di volare è un drago che ha pochissime speranze di sopravvivenza, per cui Hiccup gli costruisce una protesi alla coda per permettergli di volare.
Ma la protesi è instabile e necessita manutenzione perché funzioni. Dopo diversi tentativi, Hiccup trova una soluzione efficace e impara a cavalcare Sdentato. Hiccup ormai ne è convinto: quello che sanno i vichinghi sui draghi è tutto sbagliato.
Studiando il comportamento di Sdentato, Hiccup diventa abile a sottomettere i draghi in cattività custoditi per la formazione dei giovani vichinghi. Questo scatena l'invidia di Astrid, ragazza bravissima nel combattimento e della quale Hiccup è da sempre innamorato, e che, non comprendendo l'improvviso miglioramento di Hiccup, decide di seguirlo di nascosto, scoprendolo insieme a Sdentato. Prima che lei possa svelare il suo segreto al villaggio, Hiccup la porta a fare un giro in sella al drago per dimostrarle che i draghi non sono cattivi come i vichinghi hanno sempre creduto.
Ma Sdentato per errore li porta al Nido dei Draghi, dove i ragazzi scoprono che tutto il cibo rubato viene usato per nutrire un mostruoso drago chiamato Morte Rossa, che mangia i suoi simili se non adempiono al loro compito. Il trio, con difficoltà riesce a fuggire. Atterrati, Astrid cerca di convincere Hiccup a raccontare al villaggio ciò che hanno appena visto, ma per proteggere il suo drago, il ragazzo decide di tacere.
Il giorno seguente, Hiccup sostiene l'esame per diventare Vichingo: dovrà uccidere un drago davanti all'intero villaggio. Egli però si rifiuta di farlo, tentando di dimostrare a tutti la vera natura dei draghi. Ma Stoick, furioso, fa arrabbiare erroneamente il drago che tenta di uccidere Hiccup, che viene però salvato da Sdentato: il drago, udito l'amico in pericolo, tenta di proteggerlo, ma nel caos più totale, viene catturato dai vichinghi.
Stoick se la prende furiosamente con Hiccup, che accidentalmente gli rivela di aver trovato il nido dei draghi e che solo un drago può trovare l'isola. Stoick rinnega il figlio e parte per il nido con Sdentato come guida, intenzionato a distruggere tutti i draghi, lasciando Hiccup e i suoi amici a Berk.
Arrivati sull'isola, Stoick e gli altri vichinghi aprono una breccia nel nido: da questo escono fuori migliaia di draghi, che però scappano senza combattere. All'improvviso appare la Morte Rossa, che non lascia vie di fuga ai vichinghi. A quel punto intervengono Hiccup e i suoi amici, accorsi da Berk in groppa ai draghi, tentando un attacco alla Morte Rossa, che però si rivela quasi inutile.
Nel frattempo Hiccup libera Sdentato aiutato da Stoick, che si scusa per tutto. Hiccup e Sdentato attirano la Morte Rossa su di loro, costringendolo a volare per inseguirli, ma durante la battaglia aerea, la protesi artificiale di Sdentato prende fuoco a causa dei vari colpi lanciati dal gigantesco drago. Prima che possano precipitare, Sdentato con il suoi colpi al plasma, sotto la guida di Hiccup, colpisce la bocca della Morte Rossa, dando fuoco al gas contenuto all'interno e facendolo schiantare al suolo con un'esplosione. Nella fuga dalle fiamme, Hiccup cade dalla groppa di Sdentato, che cerca disperatamente di recuperarlo, il fuoco li avvolge entrambi.
Quando cala il silenzio, Stoick trova e raggiunge Sdentato: il drago è riuscito a salvare Hiccup, avvolgendolo nelle sue ali. Qualche giorno più tardi, Hiccup si risveglia e scopre di aver perso la gamba sinistra (dal ginocchio in giù) nel combattimento, sostituito da una protesi. Scopre anche che la guerra tra vichinghi e draghi è giunta al termine, e che questi ultimi sono divenuti abitanti del villaggio. A Hiccup viene regalata una nuova sella che si adatti alla sua protesi e una nuova protesi per la coda di Sdentato. Finalmente accettato, Hiccup e Sdentato volano via insieme.


Passeggiata

Passeggiata

Sabato 21 Aprile 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Giratina nella natura con merenda e lettura con Serena Bertoli e Marco Bertoli che ci leggeranno il loro libro 'Ivano e il cavaliere del leone'


Psicomotricità

Psicomotricità

Sabato 14 Aprile 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato 14 Aprile in #BibliotecaSociale
facciamo psicomotricità con Marco e Silvia!

Cos’è?!

Una disciplina che aiuta i bambini a rendere più armonici il corpo, le emozioni e gli aspetti cognitivi, attraverso il movimento e il gioco. E’ rivolta principalmente ai bambini perché per loro il linguaggio corporeo è più importante rispetto a quello che dicono attraverso le parole.
0-3 anni, sei invitato! [abiti comodi e un genitore per ogni frugolo]
#InMovimento #Looking4


Giardinaggio

Giardinaggio

Sabato 7 Aprile 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato in biblioteca piantiamo fiori per la primavera in arrivo


Burattini

Burattini

Sabato 24 Marzo 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Costruiamo insieme il nostro burattino dal mondo!


Supereroi - Laboratorio teatrale

Supereroi - Laboratorio Teatrale

Sabato 17 Marzo 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato 17 è un SUPER SABATOOOOOOO!

#TeatroInBiblioteca


Racconti di viaggio

Racconti di viaggio

Sabato 10 Marzo 2018
dalle ore 17:00

Domani raccontiamo il viaggio ai campi #saharawi! 😍
E vedremo le famiglia che sostenete a distanza
E il lavoro dei volontari
E la luce del deserto (e una cosa ancora più speciale..sorpresa!)

Quando > alle 17.00
Dove > Biblioteca Sociale di Looking4 al Circolo ARCI di Ripoli
Cosa > Foto + Anteprima Video
Perchè > <3


Oceania

Oceania

Sabato 3 Marzo 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Ci vediamo alle 16.00 con copertine e merenda :)

#BibliotecaSociale
Trama:
In principio c'era solo l'Oceano, finché non emerse l'isola madre Te Fiti. Il suo cuore, una piccola pietra verde, aveva il più grande potere magico mai conosciuto: creare la vita. Col tempo però, in molti cominciarono a bramare l'enorme potere del cuore di Te Fiti, finché un giorno il semidio e mutaforma Maui attraversò l'oceano per rubarle il cuore. Tuttavia, lo scopo di Maui era quello di donare il cuore di Tefiti all'umanità affinché anche gli umani ottenessero il potere di creare la vita. Tuttavia, non appena Maui sottrasse il cuore a Te Fiti, l'oscurità cominciò ad espandersi per l'oceano e lo stesso Maui, durante la sua fuga, fu costretto a scontrarsi con un demone di lava, Te Kā, anche egli desideroso di ottenere il cuore. Durante lo scontro però, Maui perse sia il cuore che il suo amo, un dono degli dei che permette le sue trasformazioni, e scomparve misteriosamente.
Mille anni dopo, la piccola Vaiana Waialiki, figlia ed erede del capo della piccola isola polinesiana di Motunui, viene scelta dall'Oceano stesso per ripristinare il cuore della dea. Crescendo, suo padre Tui le insegna che l'isola ha tutto ciò di cui necessita il suo popolo; purtroppo, anni dopo i pesci cominciano a scarseggiare e la vegetazione a marcire; a quel punto Vaiana propone al padre di superare il reef per trovare più pesce, ma Tui, memore di una brutta esperienza in cui morì il suo migliore amico, respinge duramente questa proposta, e proibisce a chiunque di navigarvi oltre. Tala, nonna paterna di Vaiana e “matta del villaggio”, mostra così alla nipote una grotta segreta nascosta dietro ad una cascata, dove Vaiana rinviene vecchi relitti di barche che suggeriscono un passato in cui gli antenati degli isolani erano navigatori. Tala consegna così alla nipote il cuore di Te Fiti, conservato sin dal momento in cui Vaiana venne scelta dall'Oceano, e le spiega che l'oscurità liberata da Maui sta cominciando a consumare anche la sua isola. Poco dopo, Tala viene colta da un malore e, prima di morire, sussurra alla nipote di partire alla ricerca di Maui.
Vaiana parte così in compagnia del pollo domestico HeiHei, ma l'imbarcazione viene travolta da un tifone. La mattina seguente, Vaiana si risveglia sull'isola abitata da Maui, il quale cerca di intrappolarla in una caverna per appropriarsi della sua barca ed andare così alla ricerca del suo amo da pesca; Vaiana fugge dalla caverna e prova a convincere Maui a restituire il cuore, ricevendo un netto rifiuto, dato che Maui teme che il potere della pietra possa attirare creature oscure. Infatti, poco dopo compaiono i Kakamora, piccoli pirati rivestiti da noci di cocco, i quali assalgono la barca e rubano il cuore, nel frattempo ingoiato da HeiHei, che viene prontamente recuperato.
Maui acconsente a ripristinare il cuore di Te Fiti, ma solo dopo aver ritrovato il suo amo da pesca (grazie al quale può trasformarsi e compiere magie) a Lalotai, il Regno dei Mostri, dove viene conservato da Tamatoa, un gigantesco granchio che colleziona oggetti preziosi. Dopo aver ingannato Tamatoa ed aver riottenuto l'amo da pesca, il viaggio prosegue con Maui che insegna a Vaiana a salpare e navigare seguendo le stelle. Vaiana chiede a Maui cosa intendesse dire Tamatoa riguardo ad un suo drammatico passato; Maui non intende parlarne, ma infine ammette di essere nato umano, che i suoi genitori non lo volevano e lo gettarono in mare (fatto rappresentato in un tatuaggio che tiene sempre coperto con i capelli), e che venne salvato e divenne un semidio grazie all'intervento degli Dei: Vaiana comprende che questo è il motivo per cui ha sempre cercato di accontentare gli esseri umani (alzando il cielo, donando il fuoco, rallentando il sole, imprigionando i venti, creando le palme e così via).
Una volta arrivati presso Te Fiti, vengono attaccati da Te Kā. Maui viene sopraffatto, e Te Kā danneggia gravemente il suo amo da pesca, scagliando la barca lontano. Adirato dal fatto che combattere nuovamente contro Te Kā potrebbe significare la distruzione del suo amo da pesca, Maui abbandona Vaiana, dicendole che con lei l'Oceano ha sbagliato persona. Sconvolta, Vaiana implora l'Oceano di riprendersi il cuore e scegliere un'altra persona per restituirlo a Te Fiti. Lo spirito di Tala (reincarnatasi in una manta) e dei suoi antenati incoraggiano Vaiana, la quale torna da Te Fiti. Maui, pentitosi, decide di tornare per distrarre Te Kā, nonostante sappia che l'amo da pesca verrá distrutto nella battaglia. Giunta sulla cima di Te Fiti, Vaiana, incredula, scopre che l'isola non c'è più, e che di lei è rimasta solo l'impronta. Osservando da lontano nota un segno circolare sul petto di Te Kā. Vaiana realizza infine che Te Kā altri non è che Te Fiti stessa senza più il suo cuore, ed è infine impazzita. Vaiana chiede quindi all'Oceano di creare un passaggio affinché Te Kā possa avvicinarsi a lei, poi canta una canzone chiedendo a Te Kā di ricordarsi chi sia veramente. Il demone di fuoco si calma al canto di Vaiana permettendole così di restituirle il cuore e Te Fiti riacquista la sua forma originaria. La dea inizia subito a far ricrescere la vita e la vegetazione consumate dalla rovina. Maui è dispiaciuto per quello che ha fatto chiedendo perdono a Te Fiti per averle rubato il cuore. La dea in segno di gratitudine, dona una nuova barca a Vaiana e un nuovo magico amo da pesca a Maui, prima di ritrasformarsi in un'isola tornando a dormire. Infine, sul corpo di Maui compare un nuovo tatuaggio raffigurante Vaiana navigatrice. Una volta tornata a Motunui, Vaiana fa sì che gli abitanti dell'isola si riapproprino del loro passato, ricominciando a viaggiare e salpare alla ricerca di nuove isole, accompagnati da Maui (trasformatosi in un falco) e da Tala (in forma di manta).
Nella scena dopo i titoli di coda, si vede Tamatoa ancora capovolto dopo la fuga di Vaiana e Maui che canta tristemente, dopodiché rompe la quarta parete rivolgendosi al pubblico affermando che se si fosse chiamato Sebastian e avesse parlato con un accento giamaicano, la gente avrebbe fatto a gara per aiutarlo.


Costruiamo un aquilone

Costruiamo un aquilone

Sabato 24 Febbraio 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato prossimo vi aspettiamo per storie, parole e aerei di carta.
In biblioteca si vola, con Peter Pan e Mary Poppins che c guardano contenti!
Vieni a costruire il tuo aquilone con noi!
Lettura e laboratorio creativo, dalle 16.00 alle 18.00


Inside Out

Inside Out

Sabato 10 Febbraio 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Ci vediamo alle 16.00 con copertine e merenda :)

#BibliotecaSociale

Trama:
Nella mente di Riley, una ragazzina di undici anni del Minnesota, vivono cinque emozioni: Gioia (che garantisce la felicità alla ragazza), Disgusto (che si occupa che Riley non venga avvelenata fisicamente e socialmente), Paura (che tiene Riley lontano dai pericoli), Rabbia (che impedisce che Riley subisca ingiustizie) e Tristezza (il cui scopo non è però ben chiaro a nessuna emozione). Le cinque emozioni dirigono la mente di Riley all'interno di un quartier generale, agendo su una console piena di pulsanti. Ogni volta che un'emozione agisce, nasce un ricordo dall'aspetto di una piccola sfera del colore dell'emozione che lo ha causato. La maggior parte dei ricordi viene spedita poi nella memoria a lungo termine, mentre quelli più importanti (detti ricordi base) rimangono nel quartier generale, dove agiscono sulla mente della bambina definendone la personalità. I cinque ricordi base di Riley sono tutti felici (dorati) e alimentano cinque isole della personalità: la famiglia, l'onestà, la stupidera (ossia la propensione per le buffonate), l'hockey e l'amicizia. La famiglia di Riley è costretta a trasferirsi dal Minnesota a San Francisco a causa del lavoro del padre e Riley non può fare a meno di essere delusa nel vedere la nuova casa, anche se Gioia tenta comunque di mantenere alto l'umore della ragazza. In ciò è ostacolata da Tristezza, che inizia a sentire l'impulso di toccare e rendere tristi (blu) i ricordi risalenti al Minnesota ogni volta che questi vengono proiettati nella mente della ragazza, inducendo Gioia a cercare di tenere Tristezza lontana dalla console.
Il primo giorno di scuola Riley viene invitata a presentarsi alla classe e quando l'insegnante le chiede del Minnesota, Gioia le fa ricordare i momenti in cui giocava a hockey o quando pattinava sul lago ghiacciato. Tristezza tocca il ricordo gioioso della ragazza e lo modifica, inducendo la ragazzina a piangere di fronte alla classe, in preda alla nostalgia per i tempi felici trascorsi nel Minnesota. Ciò porta alla nascita di un nuovo ricordo base, il primo ricordo base triste. Gioia, inorridita, cerca di impedire che il nuovo ricordo prenda posizione insieme agli altri mentre Tristezza cerca di fermarla, ma finiscono entrambe catapultate fuori dal quartier generale insieme a tutti i ricordi base. Senza più ricordi base nella postazione, le isole delle personalità si spengono, diventando grigie e inerti. Riley rimane vittima di Rabbia, Disgusto e Paura che inutilmente cercano di mantenere felice la bambina provando a impersonare Gioia, rendendo invece Riley irritabile e indisponente, mentre una a una le isole della personalità iniziano a crollare nel baratro della memoria.
Nel frattempo Gioia e Tristezza sono catapultate nella memoria a lungo termine, un archivio labirintico e infinito di scaffali colmi di ricordi, cercando una strada per il ritorno. Fra gli scaffali incontrano Bing Bong, l'amico immaginario di Riley quando era bambina, con cui tentano di raggiungere il treno dei pensieri per arrivare al quartier generale. Tuttavia, una volta saliti sul treno, Riley va a dormire: sapendo che il loro mezzo di trasporto non si muoverà fino a che Riley non si sia svegliata, i tre decidono di fare un salto alla Cineproduzione Sogni (dove i sogni vengono ripresi e trasmessi come in uno studio cinematografico), dove cercano di svegliare Riley con un incubo. Riescono nell'impresa liberando il gigantesco clown Jangles, ovvero una delle più grandi paure di Riley, dalla prigione del subconscio. Una volta svegliata la ragazza, Gioia cerca di raggiungere il quartier generale da sola, impedendo a Tristezza di seguirla; tuttavia, in seguito al crollo di una delle isole della personalità, si ritrova nel baratro della memoria insieme a Bing Bong.
In preda allo sconforto, Gioia inizia a osservare nostalgicamente i vecchi ricordi di Riley fino a trovarne uno che lei aveva sempre ritenuto felice, ma che in realtà inizia come triste, per poi diventare gioioso solo nel momento in cui la famiglia e gli amici iniziano a confortare la ragazza. Gioia comprende così l'importanza di Tristezza: segnalare il bisogno di Riley di ricevere aiuto dalle persone che le vogliono bene. A bordo del carretto a razzo di Bing Bong, dopo diversi tentativi a vuoto, Gioia riesce a fuggire dal baratro della memoria quando Bing Bong capisce di essere troppo pesante e decide di rimanere nel baratro, venendo definitivamente dimenticato dalla ragazza, ormai cresciuta e non più bambina.
Intanto, nel Quartier Generale, Rabbia, in un tentativo di mettere fine all'infelicità di Riley, insinua nella sua mente l'Idea (rappresentata da una lampadina) di fuggire di casa in direzione del Minnesota. Ciò porta al crollo dell'ultima Isola della Personalità, la Famiglia, e la consolle si spegne, rendendo Riley del tutto priva di emotività. Disperati, Rabbia, Disgusto e Paura cercano inutilmente di rimuovere l'Idea dalla consolle, ma sarà il ritorno di Gioia e Tristezza a salvarli. Gioia, finalmente, lascia a Tristezza i comandi, e questa riesce a rimuovere l'Idea dalla mente di Riley, che scende dall'autobus e torna a casa. Una volta di fronte ai genitori, Tristezza rende blu tutti i Ricordi Base di Riley e induce la ragazza a piangere di fronte ai genitori, esprimendo tutte le ansie e le preoccupazioni che l'hanno afflitta dall'arrivo a San Francisco. I genitori così confortano Riley e Gioia può finalmente agire, permettendo la nascita di un nuovo Ricordo Base, in parte dorato e in parte blu, che permette di ricostruire l'Isola della Famiglia.
Un anno più tardi, Riley si è adattata alla nuova casa, e tutte le emozioni lavorano assieme per aiutarla a condurre una vita contenuta, ma emotivamente complessa, con un pannello di controllo esteso e nuove Isole della Personalità prodotte da nuovi Ricordi Base composti da emozioni miste, più mature.


Raccolta materiali per missione campi saharawi

Raccolta materiali per missione Campi Saharawi

Sabato 3 Febbraio 2018
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato 3 Febbraio raccogliamo materiale per il prossimo viaggio ai campi #saharawi (17-24 Febbraio)!

Raccogliamo:

>> materiale per igiene personale (spazzolini, dentifrici, saponette, assorbenti, pannolini, salviette NUOVI)
>> materiale didattico anche USATO (penne e gomme, matite, pastelli, temperini, acquerelli)
>> vestiti bimbo/bimba anche USATI ma PULITI 0-2 anni
>> donazioni (anche con una piccola cosa si può fare moltissimo)

Ti aspettiamo a trovarci dalle 16.00 alle 18.00!

#partecipa #help


Io e le mie mestruazioni

Io e le mie mestruazioni

Sabato 27 Gennaio 2018

Arrivano le mestruazioni!
Non sappiamo bene come parlarne, come raccontarci, come viverle senza imbarazzo, con serenità?
Cerchiamo insieme qualche risposta, attraverso un incontro sul tema della sessualità e la narrazione intergenerazionale a cura di Ostetrica Francesca Catelli :)
- riservato agli adulti -


giochi da tavolo

Giochi da Tavolo

Sabato 20 Gennaio 2018

Riprendono i Sabati in #BibliotecaSociale!

Giochi da Tavolo da 0 a 99 anni, ci vediamo alle 16.00!

#Play


facciamo i compiti insieme

Facciamo i compiti insieme?

Mercoledì 27 Dicembre 2017,
Venerdì 29 Dicembre 2017,
Mercoledì 3 Gennaio 2018,
Venerdì 5 Gennaio 2018
dalle ore 9:00 alle ore 12:30

Qual è il terrore delle vacanze di ogni bambino, bambina padre o madre! I COMPITI!
Per questo c'è Looking4 In #BibliotecaSociale studiamo insieme e impariamo molto di più di quello che è scritto sul libro, ti va di esserci?
#VacanzeDiNatale


librogame

LIBROGAME

Sabato 16 Dicembre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato 16 Dicembre giochiamo con i #Librogame!
Non sai cosa sono? Male!
Ti aspettiamo in #BibliotecaSociale e lo scopriamo insieme Circolo ARCI di Ripoli dalle 16 alle 18, yo!
#Partecipa


laboratorio teatrale raccontiamoci

Raccontiamoci

Sabato 2 Dicembre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato 2 Dicembre in #BibliotecaSociale a Ripoli giochi teatrali - per bambini e adulti - per raccontarsi!
Ci vediamo alle 16.00, vieni con abiti comodi e cuore spalancato!


persepolis

Persepolis

Sabato 25 Novembre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 18:30

25 Novembre - Giornata mondiale contro la violenza sulle donne
'La violenza è una mancanza di vocabolario.' G.V.
Costruiamo insieme il nostro vocabolario. Sabato vedremo la storia di Marjane e del suo paese. Basteranno cuore aperto e orecchie attente.
16.00 - inizio proiezione

Trama:
Attraverso gli occhi di una bambina di nove anni, la precoce ed estroversa Marjane, il film ci fa vedere come le speranze di un popolo vengano distrutte quando i fondamentalisti prendono il potere, imponendo il velo alle donne e imprigionando migliaia di oppositori. Intelligente e impavida, la piccola Marjane aggira il controllo sociale dei 'tutori dell'ordine' scoprendo il punk, gli ABBA e gli Iron Maiden. Ma dopo l'insensata esecuzione di suo zio, e sotto i bombardamenti della guerra Iraq/Iran, la paura diventa una realtà quotidiana con cui fare i conti. Temondo per la sua sicurezza, i genitori decidono di mandarla a studiare in Austria quando compie 14 anni. Marjane si ritrova così da sola con i problemi dell'adolescenza ed i pregiudizi di chi la identifica proprio con quel fondamentalismo religioso e quell'estremismo che l'hanno costretta a fuggire. Col tempo, riesce a farsi accettare e incontra perfino l'amore, ma dopo il liceo si ritrova nuovamente da sola e con una gran nostalgia di casa. Benché questo significhi mettersi il velo e vivere sotto una dittatura, Marjane decide di tornare in Iran per stare con la sua famiglia. Dopo un difficile periodo di adattamento, entra in un Istituto d'arte e poi si sposa, senza mai smettere di denunciare le ipocrisie di cui è testimone. A 24 anni, però, pur sentendosi profondamente iraniana, capisce di non poter più vivere in Iran. E' così che prende la drammatica decisione di lasciare il proprio paese per la Francia - piena di speranze per il proprio futuro, ma segnata in modo indelebile dal proprio passato.


alla scoperta delle stelle

Alla scoperta delle STELLE

Sabato 18 Novembre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 18:30

Domani un appuntamento un po' speciale!
Hai due occhietti e un naso da mettere all'insù? Allora puoi partecipare!
Ci vediamo alle 16.00, raccontiamo una storia con Letizia e usciamo a vedere le stelle!


giochi da tavolo

Giochi da Tavolo

Sabato 4 Novembre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Oggi alle 16.00!
Chi non viene non giocaaa!


Prepariamoci per halloween

Prepariamoci per HALLOWEEN

Sabato 28 ottobre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Arriva Halloween!
Sabato pomeriggio alle 16.00 prepariamo trucco e parrucco per la notte più nera dell'anno!
Porta una vecchia maglietta o il cartoncino di un rotolo di carta igienica o scottex, ci divertiremo!


Giochiamo ai PIRATI

Prepariamoci per HALLOWEEN

Sabato 21 ottobre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 17:30

Sabato in #BibliotecaSociale giochiamo con i PICCOLISSIMI! Giochi per Piratini e Piratine da 0 a 3 anni , vi aspettiamo!
N.B.: necessaria la presenza di un adulto per ogni bambino/bambina


Cinema alla Biblioteca Sociale

Cinema alla Biblioteca Sociale

Sabato 14 ottobre 2017
dalle ore 16:00 alle ore 19:00

Proiezione del film 'Minions' per grandi e piccoli!
INGRESSO GRATUITO
16.15 inizio proiezione
Pop Corn per tutti

Trama:
La storia di Minions inizia all'alba dei tempi. Partendo da organismi gialli unicellulari, i Minion si evolvono attraverso i secoli, perennemente al servizio del più spregevole dei padroni. Continuamente senza successo nel preservare questi maestri, dal T-Rex a Napoleone, i Minion si sono ritrovati senza qualcuno da servire e sono caduti in una profonda depressione. Ma un Minion di nome Kevin ha un piano, e lui - insieme all'adolescente ribelle Stuart e all'adorabile piccolo Bob – decide di avventurarsi nel mondo per trovare un nuovo capo malvagio da seguire per sé e i suoi fratelli. Il trio si imbarca in un viaggio emozionante che li condurrà alla loro prossima potenziale padrona, Scarlet Overkill (il Premio Oscar@ Sandra Bullock), la prima super-cattiva al mondo. Un viaggio che li porterà dalla gelida Antartide alla New York City del 1960, fino ad arrivare a Londra, dove dovranno affrontare la loro sfida più grande: salvare tutti i Minion ... dall'annientamento.


Apertura Biblioteca Ottobre

Biblioteca Sociale Lib(e)ri - Riapertura

Sabato 7 Ottobre 2017
dalle ore 15:30

La biblioteca è pronta.
Ogni libro è al suo posto e aspetta occhi e immaginari con cui giocare.
Anche noi vi aspettiamo!
Sabato 7 Ottobre faremo una festa per ripartire con il nuovo anno, giocare insieme, incontrarsi, fare merenda e magari scoprire che condividiamo la stessa passione per lo stesso libro!
La biblioteca è libera, aperta e gratuita. La biblioteca è fatta di libri, storie e personaggi. La biblioteca sono due persone che si incontrano. La biblioteca sei tu!
Se mancate ci mancherete!
(PSssss a breve uscirà anche il programma per tutto il mese di ottobre... ma è ancora un segreto. Acqua in bocca e stay tuned)


Letture da ridere

Letture da Ridere

Lunedì 10 Luglio 2017
dalle ore 21:00

Lunedì 10 Luglio alle 21.30 vi aspettiamo alla BIBLIOTECA di Ripoli!
Letture da ridere per grandi e piccoli al fresco della sera per salutare la chiusura estiva della biblioteca
Vi aspettiamo!


Laboratorio Piccolissimi

Laboratorio Piccolissimi!

Sabato 17 Giugno 2017
dalle 16:30 alle 18:00

Scoppiettante Sabato in #biblioteca, con un evento speciale!
Silvia guiderà i piccolissimi attraverso il racconto 'Piccolo Blu e Piccolo Giallo' per poi giocare con loro alla scoperta dei colori e di sé!
Chi viene a sentire questa storia? Ci vediamo alle 16.30!
p.s. Bimbi, portate un adulto con voi, che gli spieghiamo due cosette!


Gian Burrasca in Biblioteca

Gian Burrasca in Biblioteca

Sabato 18 Marzo
dalle ore 16:30

vi aspettiamo in #bibliotecasociale con lettura e laboratorio creativo su Gian Burrasca!
Solo per bambini e bambine ribelli, dai 6 ai 10 anni!
Accorrete, siori, accorrete!


Die Panne > spettacolo teatrale

Die Panne > spettacolo teatrale

Domenica 5 Marzo 2017
dalle ore 20:45 alle ore 23:45

Die Panne
Friedrich Dürrenmatt

con Valentina Bischi
e con Francesca Sardella

Una sera d’autunno, in un piccolo paese di campagna l’auto del signor Alfredo Traps, viaggiatore di commercio, va in panne. Il signor Traps non se ne rammarica, anzi, pregusta già il lato piccante della situazione. Si ritrova invece nella villa di un ex-uomo di legge; il padrone di casa ed i suoi amici gli aprono le porte per la cena, il vino ed il loro passatempo: mettere in scena un processo. Non importa se Traps non ha commesso alcun delitto “un reato si finisce sempre per trovarlo…che lo si voglia o no c’è sempre qualcosa da confessare”. Tra squisite portate e vini d’annata il gioco si fa sempre più inquietante, fino a condurre Traps come l’autore di un delitto che merita “ammirazione, stupore, rispetto…degno d’essere annoverato fra i più straordinari del secolo”. Ora, per la prima volta, quella giustizia che aveva sempre ritenuto “astratta cavillosità vessatoria” illumina il suo limitato orizzonte “come un immane, inconcepibile sole”.
“se da un lato, infatti, il calore delle fiammelle si fonde armoniosamente con la sapiente arte affabulatoria di Bischi nel tentativo, perfettamente riuscito, di trascinare il pubblico all’interno della storia, la freddezza diafana dello spettro incarnato da Sardella crea distanza tra la vicenda narrata e il pubblico. Il risultato è uno spettacolo avvincente dal gusto amaro, che riesce al contempo ad accogliere e a gelare il sangue con la stessa, determinata efficacia” dalla recensione di Anna Solinas su “Lo sguardo di arlecchino”.
Immagino un racconto intimo, un fuoco acceso, il vino. Immagino una sala che somiglia, in qualche modo, alla sala dove si svolge la scena del nostro racconto. Immagino candele, come viene specificato a pagina 77. E immagino niente di tutto questo. Solo la parola, una parola rigorosa, essenziale, che porti in una sala con un fuoco acceso, un buon bicchiere di vino, e la luce delle candele, ad occhi chiusi.


Spettacolo Teatrale Miss Sarajevo 1993

Spettacolo Teatrale 'Miss Sarajevo 1993'

Sabato 28 gennaio 2017
dalle ore 21:00 alle ore 23:00

da “To be (or not to be) – Miss Sarajevo Assediata”
di Federico Guerri

di e con Alice Bachi
durata: 45'
segue presentazione del libro da cui è tratto lo spettacolo

Maggio 1993.
Aida è una giovane ragazza di Sarajevo, che ha vissuto l’incendio della Vijecnica, la maestosa biblioteca di Sarajevo, che ne è uscita viva, che porta con sé, sempre, i cinque libri che salvò durante quell’incendio, che adesso vuole partecipare a Miss Sarajevo, l’edizione del 1993. Vorrebbe partecipare, ma un cecchino l’ha presa di mira e si è dovuta rifugiare nella Vijecnica-ancora la Vijecnica-.
Il destino li ha ormai uniti, li ha messi uno di fronte all’altro nella corsa irrefrenabile dove la coscienza sbatte contro l’autocoscienza, dove il confine invalicabile che la vita pone tra le due individualità è stato travalicato. Entrambi sono nudi di autocoscienza, l’uno muta nello specchio dell’altro, si aggrovigliano, si sommano, si moltiplicano e si sgretolano in infinità di identità. Con la speranza di avere entrambi la forza di combattere ancora le seduzioni delle necessità. Entrambi hanno sempre più freddo, sempre più fame, sempre più sete ma corrono, scappano come pedine di un gioco già prestabilito; conoscono perfettamente tutte le vie e i nascondigli di una città assediata e vogliono vivere. Aida parla, continua a parlare. Due diverse anime si scontrano sulla scena: una concreta, forte, pronta a ricercare strategie per arrivare ad una via di fuga; l’altra incerta, debole, persa a parlare con i personaggi-fantasma dei libri che la circondano, a confondersi con loro, rubando a quelle storie l’amore, l’avventura, l’orrore che non può più scegliere.
Tra rimandi continui alla letteratura occidentale, perché Sarajevo è Occidente, Sarajevo è Europa, Aida prende il pubblico per mano e lo getta nel cuore dei Balcani, dentro all’Assedio, dentro ai suoi libri, alla follia della solitudine, ai sogni, ai topi, alla fame, alla paura.
Fino all’inevitabile fine.
L’ultima mossa che resta da compiere è smascherare se stessi: quanto siamo disposti a concedere e concederci?


Inaugurazione Biblioteca

Inaugurazione Biblioteca Sociale

Domenica 18 dicembre 2016
dalle ore 16:00 alle ore 19:00

Domenica sarà l'occasione per presentarvi la splendida bliblioteca che da un mesetto ha preso vita a Ripoli. La festa sarà il luogo per incontrarci, chiacchierare, parlare dei nostri libri preferiti o di quelli odiati.
Lettura animata per i lettori più piccoli. Leggeremo insieme una storia e proveremo ad immaginare i mille modi diversi per raccontarla!
Sarà l'occasione per mangiare qualcosa insieme, scoprire le attività di Looking4 per il 2017, tesserarsi e portrarsi a casa un libro in prestito.
Portate amici, nonni, zii americani e cugini vicini. Se mancate ci mancherete!